Tanja Röder

Nazione di provenienza: GERMANIA

Vive a: Pfaffenhofen - Ilm (Germania)

SITO WEB

Conosciamo l'Artista: 

Nasce nel 1975 a Ehrenberg / Rhön in Germania.

Dal 1996 al 1999 ha frequentato lo Staatl. Scuola professionale per scultori del legno a Bischofsheim / Rhön e si diploma come scultore del legno.

Dal 2001 al 2003 ha frequentato la scuola superiore per scultori del legno a Monaco e si è diplomata come maestro scultore del legno.

Dal 1994 ha partecipato a numerose mostre (90) e simposi internazionali di scultura (58) in 16 paesi, tra cui Nuova Zelanda, Canada, Russia, Argentina, Turchia, Siria, Cipro e Finlandia.

Dal 1999 al 2016 ha ricevuto dieci premi - premi d'arte in Germania e all'estero.

Dal 2007 gestisce l'atelier-galleria RÖDER a Pfaffenhofen - Ilm e realizza sculture in legno, pietra, acciaio e bronzo.

Dal 2011 gestisce un giardino di sculture con un palco in studio presso l'atelier-galerie RÖDER a Pfaffenhofen - Ilm.

 

Proposta di realizzazione per il Simposio di Predaia 2021:

La scultura proposta da Tanja ha come titolo "Spirito della natura - Driade" (orig. "Naturgeist - Dryade").

La natura è la madre dell'arte. La percezione e la comprensione della natura, perfetta per funzione, proporzione e bellezza, costituisce la base del suo lavoro artistico. I risultati non sono copie naturalistiche, ma forme astratte ridotte all'essenziale.

Il tema principale è la rappresentazione dell'essere umano, integrato nello spazio naturale. Vengono mostrate varie emozioni, azioni ed eventi.

Le driadi erano spiriti / ninfe degli alberi nella mitologia greca che erano conosciute e rappresentate come bellissime creature femminili.

Erano soprannaturalmente resistenti e strettamente legate al loro albero.

Se una driade è stata separata dal suo albero per troppo tempo, o se l'albero ha sofferto, anche la driade ha sofferto.

Come parte dei loro alberi, morirono anche loro con la morte dell'albero.

Il progetto proposto da Tanja mostra una driade che difende e protegge la natura, la foresta e gli alberi.

Ci chiede di trattare con rispetto il suo spazio vitale, perché è indispensabile e prezioso anche per noi umani.

Alcune opere realizzate