Chiara Gallo

Nazione di provenienza: ITALIA

Vive a: Biassono (MB)

SITO WEB

Conosciamo l'Artista: 

Ha conseguito il diploma di scuola superiore presso il Liceo Artistico Preziosissimo Sangue di Monza nel 2008.

Successivamente si è iscritta all’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia e ha conseguito la laurea triennale in Scultura nel settembre 2011.

Ha scelto di continuare il suo percorso nella scuola specialistica in Scultura Pubblica Monumentale sempre presso l’Accademia SantaGiulia e nel settembre 2013 ha conseguito la laurea specialistica.

Durante questi anni ha partecipato sia a mostre collettive curate dall’Accademia insieme agli altri studenti, sia a concorsi/esposizioni organizzati nel territorio.

Nel campo lavorativo si è inserita nell’ambito scolastico dal 2014; ha insegnato al Liceo Artistico Foppa di Brescia, per tre anni presso la scuola media di Vedano, successivamente presso il Liceo Artistico Pio XI di Desio.

Nel 2017 ha insegnato Discipline Scultoree e Laboratorio di scenografia presso il Liceo Artistco Preziosissimo Sangue di Monza. Durante questo anno ha curato un seminario presso l’Accademia di Belle Arti IED/Aldo Galla di Como.

Dal 2018 immissione in ruolo per l’insegnamento di Discipline Plastiche Scultoree.

 

Proposta di realizzazione per il Simposio di Predaia 2021:

Il  problema  è  qualcosa  che  si  incontra,  che  ci  ostruisce  la
strada.  È  davanti  a  me  nella  sua  totalità.  Invece  il  mistero  è
qualcosa  in  cui  mi  trovo  impegnato  e  quindi  non  viene  a
trovarsi davanti a me nella sua totalità.


Gabriel Marcel, Essere o avere, 1935

La scultura proposta da Chiara ha come titolo "(Ri)Nascita dello Sguardo".

Partendo  dalle  parole  di  Marcel,  l'artista pensa  che  noi  uomini  indaghiamo  e  ci  focalizziamo solo suoi problemi e non sui misteri di tutto quello che ci accade nelle nostra vita. Non prendiamo  mai  del  tempo  per  provare  a  rileggere  e  reinterpretare  gli  Incontri  che avvengono quotidianamente.

Ormai, assuefatti da quello che ci circonda, siamo ciechi, Non Guardiamo la Vita ma ci limitiamo solo a Vedere quello che la circonda. 

La (Ri)nascita dello Sguardo ha come desiderio, quello di rappresentare il momento in cui  una  persona  si  ferma,  si  prende  del  tempo  per  osservare  la  Realtà  nella  sua interezza e a cercare tramite gli occhi la Serenità.

Alcune opere realizzate